Alitalia, Berlusconi: ''Proposta cordata in 3-4 settimane''

Alitalia, Berlusconi: ''Proposta cordata in 3-4 settimane''

Per Alitalia scende in campo Silvio Berlusconi. Il Cavaliere, in un’intervista rilasciata a Sky Tg24, ha dichiarato che “c’è la possibilità che importanti imprenditori italiani si facciano avanti, assistiti da importanti banche”, sottolineando anche che “occorre il tempo per accordarsi e conoscere i dati del gruppo”. Per il candidato premier “ipotizzare come fa Walter Veltroni che entro 48 ore si presenti una nuova cordata è una richiesta assurda”.


“O si fa Alitalia, o si muore”. Per Alitalia scende in campo Silvio Berlusconi. Il candidato premier è fiducioso e afferma: “Ormai sono impegnato io, quindi si fa”. "Ho fatto appello all'orgoglio degli imprenditori italiani – ha spiegato Berlusconi - che ritengono, come me, che non possono essere colonizzati perchè qui o si fa Alitalia o si muore. Banca Intesa non ha smentito affatto, mi risulta che è disponibile ad aiutare un gruppo con un serio piano industriale”.


Berlusconi si dice sicuro sul fatto che Alitalia possa essere salvata da una cordata di imprenditori italiani "a patto che il governo- avverte- non faccia colpi di testa e ci dia la possibilità di operare con i tempi necessari dopo che ha dato cinque mesi di tempo ad Air France per conoscere i conti di Alitalia".


“Richiesta Veltroni assurda”. Ipotizzare come fa Walter Veltroni che entro 48 ore si presenti una nuova cordata per rilevare Alitalia "è una richiesta assurda – ha spiegato il Cavaliere - visto che questo governo, comportandosi al peggio, ha dato 5-6 mesi ad Air France, che poi ha presentato delle condizioni irricevibili". ''C'è la possibilità che importanti imprenditori italiani si facciano avanti, assistiti da importanti banche – ha spiegato Berlusconi, sottolineando come “occorre il tempo per accordarsi e conoscere i dati del gruppo”. Un periodo che il leader del Pdl ha indicato in “tre o quattro settimane”


Formigoni: “Pronta una cordata italiana”. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha dichiarato che “sarebbe già pronta la cordata italiana intenzionata a rilevare Alitalia. “Sarà necessario - ha aggiunto - che il governo riservi lo stesso trattamento concesso ad Air France, anche un po’ meno".


Air One: “Per offerta vincolante essenziale due diligence”. "Per presentare una proposta vincolante e' essenziale effettuare una due diligence, ovvero una verifica sui dati e sullo stato di salute della Compagnia". E' quanto afferma Ap Holding in una nota, ricordando: "a dicembre abbiamo presentato un piano forte di risanamento e di rilancio per Alitalia, ma siamo stati esclusi dalla fase di due diligence che e' stata concessa, per tre mesi, solo ad Air France-Klm".


Giovedì cda Air France-Klm. Si riunirà giovedì 27 marzo il Consiglio di amministrazione di Air France-Klm. Il board, anche se la compagnia non conferma, esaminerà con molta probabilita' l'esito delle trattative con i sindacati, cosi come farà quello di Alitalia che sarà riconvocato al termine delle negoziazioni che riprenderanno martedì 25 marzo e alle quali parteciperanno il presidente della compagnia italiana, Maurizio Prato, e il numero uno del gruppo franco-olandese, Jean-Cyril Spinetta. Una riunione del cda di Air France - Klm, quella programmata per giovedì, durante la quale molto probabilmente si decidera' se andare avanti o meno con l'operazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -