Alitalia, Bianchi: lo Stato non esca dal capitale

Alitalia, Bianchi: lo Stato non esca dal capitale

ROMA – Il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, frena sulla possibilità che lo Stato venda anche il restante 10% di Alitalia che resterà in mani pubbliche dopo la prima privatizzazione che sarà completata nei prossimi mesi.


Dunque un’inversione di marcia rispetto a quanto dichiarato nei giorni scorsi dal ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, che aveva pronosticato un’uscita totale dello Stato dal capitale della compagnia aerea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nessuna polemica con il ministro Padoa-Schioppa – ha precisato Bianchi -, ma ritengo che il Tesoro debba mantenere la sua presenza in Alitalia. Il 10% in ballo deve restare in mani pubbliche almeno fino al 2010". Una presenza dello Stato servirebbe, secondo Bianchi, a dare “garanzie sulle condizioni imposte agli acquirenti dal bando".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -