Alitalia chiede risarcimento a Sea

Alitalia chiede risarcimento a Sea

Alitalia ha chiesto un risarcimento di 100 milioni di euro per danno emergente e per 1.100 milioni per lucro cessante alla società Sea per i danni reputazionali derivati dal contenzioso in corso sull'aeroporto di Malpensa. La compagnia di bandiera, infatti, mercoledì, ''si è costituita nel giudizio avanti al Tribunale di Busto Arsizio promosso dalla Sea, unitamente alla sua controllata Sea Handling, con comparsa di risposta a firma dei Prof.ri Avv.ti Claudio Consolo, Giorgio De Nova e Stefano Zunarelli e con l'Avv. Dario Baragiola''.

 

Passera: Non ci tireremmo indietro di fronte a progetto valido. Per ora non siamo impegnati su nessuna trattativa specifica e in nessuna cordata. Ma se si trovasse un modo per ristrutturare e rilanciare Alitalia, e si puo', non ci tireremmo indietro, o perlomeno porteremmo agli organi deliberanti un progetto, se questo fosse reputato valido". L'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, torna con queste parole sul potenziale coinvolgimento della banca nella partita Alitalia.

 

Batoli: Potremmo intervenire solo con piano industriale rigoroso. ''La nostra banca puo' prendere in considerazione un intervento in Alitalia, nel modo tutto da verificare, quando ci sara' un piano industriale rigoroso e che assicuri un'assoluta probabilita' di successo''. Lo ha detto il presidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, rispondendo ad un azionista in assemblea.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fine marzo cala debito a 1,353 mld. L'indebitamento netto del gruppo Alitalia al 31 marzo 2008 e' pari a 1,353 miliardi di euro, in calo di 15 milioni di euro (-1,1%) rispetto all'analoga situazione al 29 febbraio 2008 pari a 1.368 milioni di euro. Lo rende noto la compagnia in un comunicato precisando che la disponibilita' e crediti finanziari a breve del gruppo al 31 marzo e' pari a 180 milioni di euro, in linea con l'analoga situazione al 29 febbraio 2008.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -