Alitalia è ufficialmente di Cai

Alitalia è ufficialmente di Cai

Alitalia è ufficialmente di Cai

ROMA - Alitalia è ufficialmente di Cai. Il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, ha firmato davanti al notaio l'accordo che prevede la cessione di beni e contratti relativi all'attività di volo per 1,05 miliardi di euro. Il presidente della società, Roberto Colaninno, ha indicato in Silvio Berlusconi e Banca Intesa i soggetti fondamentali che "hanno offerto l'opportunità investire su Alitalia strutturando un'operazione di acquisizione di AirOne e rilanciando questa importante infrastruttura per il Paese".

 

Colaninno ha anche affermato che sarà assunta entro l'anno la decisione sul futuro partner industriale che entrerà nella Nuova Alitalia con una quota di minoranza. Il presidente punta ad avere una "compagnia di successo, che metta al punto centrale il cliente, l'efficienza, la sicurezza". La nuova Alitalia, con una flotta di 148 aerei, collegherà a partire dal 13 gennaio, 70 destinazioni, di cui 23 nazionali, 34 internazionali e 13 intercontinentali.

 

La prospettiva che si pone il piano industriale di Cai, ha indicato l'ad Rocco Sabelli, è quello di un ritorno al pareggio operativo in due anni. Il piano predisposto da Cai non e' di ridimensionamento ma e' un piano di sviluppo sostenibile che mira a trasportare piu' passeggeri e a realizzare piu' ricavi'', ha aggiunto. Un piano ''impegnativo, realistico, possibile'' che punta a realizzare obiettivi di business importanti quali 4,8 mld di fatturato. Operare con un network ''completo e efficiente e focalizzato sia nel medio che nel lungo raggio''.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabelli ha anche ammesso che sul tavolo di Cai ci sono ''tre proposte molto buone'': quelle di Lufthansa e di Air France - Klm, che prevedono ''investimenti in equity'', e quella di British Airways che propone un accordo di natura commerciale. Ma la preferenza di Cai si gioca tra la proposta della compagnia tedesca e quella franco-olandese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -