Allarme di Confindustria: 'L'Italia non tiene il passo"

Allarme di Confindustria: 'L'Italia non tiene il passo"

Allarme di Confindustria: 'L'Italia non tiene il passo"

ROMA . La ripresa globale "è tornata vigorosa. Il 2011 "si presenta come l'anno della stabilizzazione delle aspettative e della riduzione dell'incertezza". E' quanto sottolinea il centro studi Confindustria nella congiuntura flash, affermando tuttavia che l'Italia "non tiene il passo". Il nostro Paese, spiega l'associazione degli industriali, "fatica ad andare oltre l'1% nella velocità del Pil; la prima metà di quest'anno si intravede migliore".

 

L'export "trarrà vantaggio dal rilancio dell'Est Europa e del Medio Oriente". Il centro studi di viale dell'Astronomia ha spiegato che a livello globale "i ritmi di crescita restano molto differenziati: surriscaldati negli emergenti, soprattutto in Asia; elevati in Usa e Germania; deboli in molti paesi dell'Eurozona".

In particolare in Italia, la produzione industriale è invariata in dicembre (-0,3% nel 4* trimestre, stime csc; +1,1% in novembre). "E' del 17,8% sotto i livelli pre-crisi - sottolinea Confindustria -. Contrastanti i segnali dagli indici Pmi: in dicembre stagnazione nei servizi (50,2 da 54,4) e maggiore vivacità nel manifatturiero (54,7 da 52,0), con l'afflusso di nuovi ordini accelerato (a 53,4 da 49,8). Ciò promette più marcati guadagni di attività nei prossimi mesi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -