Allarme di Moody's: "A rischio le banche d'Italia"

Allarme di Moody's: "A rischio le banche d'Italia"

Allarme di Moody's: "A rischio le banche d'Italia"

Dalla Grecia contagio anche per l'Italia. A lanciare l'allarme l'agenzia di rating Moody's, secondo la quale ai primi posti tra i paesi più a rischio Portogallo, Spagna, Italia, Irlanda Gran Bretagna. La possibilità di contagio esiste anche se "l'Italia è un altro di quei paesi dove il sistema bancario è stato sino ad ora relativamente robusto", scrive Moody's. Nel commento "Sovereign Contagion Risk" si parla dell'impatto sulle banche dell'Europa meridionale, dell'Irlanda e della Gran Bretagna.

 

Il rischio si farebbe più vicino, "qualora le pressioni di mercati sui rating sovrani dovesse aumentare". Nessuno è al sicuro. L'analisi di Moody's ha provocato una reazione della Banca d'Italia, che esclude che l'Italia possa essere considerato a rischio. "Il sistema bancario italiano è robusto, il deficit di parte corrente è basso, il risparmio è alto, il debito complessivo di famiglie, imprese e Stato è basso rispetto ad altri paesi, il debito netto nei confronti dell'estero è basso. Tutto ciò rende il caso dell'Italia diverso da quello di altri paesi",  ha affermato una fonte.

 

Tranquillo anche il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Se l'Italia continua sulla strada seguita finora sulla politica economico-finanziaria e di controllo dei conti pubblici non correrà rischi di contagio dalla crisi che sta investendo la Grecia, ha detto a un gruppo di parlamentari in Transatlantico alla Camera. Nella Relazione sulla finanza pubblica si precisa che ''in un'accezione di debito aggregato, considerando P. A, famiglie, imprese non finanziarie, l'Italia si colloca tra i paesi meno indebitati in ambito europeo''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -