Bankitalia tagli stipendi, per Draghi riduzione del 10%

Bankitalia tagli stipendi, per Draghi riduzione del 10%

Bankitalia tagli stipendi, per Draghi riduzione del 10%

ROMA - Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi ha deciso di tagliare del 10% il proprio stipendio e quello degli altri quattro membri del Direttorio dal prossimo gennaio, in linea con le misure di austerity approvate dal governo per riportare il deficit italiano sotto il 3% entro il 2012. Tra i capitoli allo studio, alcuni tagli per gli stipendi del personale (per i meglio stipendiati) e un blocco degli adeguamenti economici di carattere generale nel triennio 2011-2013.

 

Banca d'Italia prevede un taglio del 5% per le retribuzioni superiori a 90 mila euro per la parte fino a 150 mila euro, e del 10% per la quota eccedente. Mentre altri risparmi dovrebbero arrivare sul fronte degli stanziamenti per beni e servizi. Anche in questo caso è atteso una riduzione del 10%.

 

"Noi siamo d'accordo con il progetto di razionalizzare le spese ma siamo contrari a diversi aspetti che riguardano il personale e su cui il confronto parte a novembre. Poi bisognerà vedere", ha affermato alla "Reuters" Guido Pellegrini, coordinatore responsabile per Bankitalia di Fisac-Cgil.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -