Bce: ''Nel 2010 crescita a ritmi moderati e discontinui''

Bce: ''Nel 2010 crescita a ritmi moderati e discontinui''

Bce: ''Nel 2010 crescita a ritmi moderati e discontinui''

BRUXELLES - L'economia dell'area euro tornerà a crescere, nel 2010, a un ritmo moderato. Ma il processo di recupero ''risulterà probabilmente discontinuo e le prospettive restano soggette a incertezza''. E' questo lo scenario prospettato dalla Bce nel bolletino mensile di febbraio. Gli ultimi dati, evidenzia la Banca centrale europea, ''hanno confermato che l'espansione dell'attivita' economica nell'area euro e' proseguita intorno al volgere dell'anno''.

 

Priorità è riforma spesa - Livelli elevati di disavanzo e debito pubblico esercitano ''pressioni a carico della politica monetaria, minando il patto di stabilita' e crescita in quanto pilastro fondamentale dell'Unione economica e monetaria''. ''Molti Paesi dell'area dell'euro devono far fronte a squilibri di bilancio notevoli e in netto incremento, che rischiano di comportare tassi di interesse a medio e lungo termine meno favorevoli e investimenti privati piu' contenuti''. Una situazione, questa, in cui e', avverte la Banca centrale, della ''massima importanza che il programma di stabilita' di ciascun Paese dell'area euro poggi su misure concrete in linea con le strategie di uscita dalle misure di stimolo e con le stretegie di riequilibrio dei conti per il prossimo futuro''.

 

A inizio marzo decisione su rientro misure straordinarie liquidità - Agli inizi di marzo il Consiglio direttivo della Bce decidera' come procedere nel rientro delle misure straordinarie di liquidita' che non risultino piu' necessarie come in passato. ''Al fine di contrastare con efficacia qualsiasi rischio per la stsbilita' dei prezzi nel medio-lungo periodo, la liquidita' erogata sara' riassorbita quando necessari. Il Consiglio direttivo -assicura- continuera' a seguire con molta attenzione tutti gli andamenti del prossimo periodo''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -