Bush in Giappone: "Crediamo nella politica del dollaro forte"

Bush in Giappone: "Crediamo nella politica del dollaro forte"

Bush in Giappone: "Crediamo nella politica del dollaro forte"

Avanti con la politica del dollaro forte. Il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, incontrando il premier giapponese all'ultimo G8 da inquilino della Casa Bianca a cui potrà partecipare, ha ammesso di credere nella "politica del dollaro forte" e di ritenere che "la forza della nostra economia si rifletta nel dollaro". Tuttavia Bush, che proprio domenica compie 62 anni, ha ammesso che "la nostra economia non sta crescendo in modo vigoroso come noi vorremmo".

 

Dopo l'incontro con il primo ministro giapponese Yasuo Fukuda prima dell'inizio del vertice del G8, al via lunedì, Bush ha anche annnunciato ufficialmente che sarà presente l'8 agosto a Pechino all'inaugurazione delle Olimpiadi 2008. Ha motivazione la sua presenza con il fatto che altrimenti si sarebbe reso responsabile di una "offesa" nei confronti del popolo cinese.

 

Bush ha parlato anche di Corea del Nord, facendo sapere al mondo di essere preoccupato per la prosecuzione programma di arricchimento dell'uranio, le violazioni dei diritti umani ed i programmi missilistici portati avanti dal paese.

 

Pyongyang, ha detto Bush, "ha fornito una dichiarazione delle sue attività collegate al plutonio ed ha distrutto la torre di raffreddamento del reattore di Yongbyon. Questi sono passi positivi e verificabili ma vi sono altri passi che devono essere intrapresi: noi siamo preoccupati per l'arricchimento dell'uranio e la proliferazione, le violazioni dei diritti umani e la costruzione di missili balistici".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -