Cala il potere d'acquisito per le famiglie

Cala il potere d'acquisito per le famiglie

Cala il potere d'acquisito per le famiglie

Cala dello 0,2% il potere d'acquisto delle famiglie rispetto ai primi tre mesi del 2011 e dello 0,3% rispetto al secondo trimestre dell'anno scorso. E' quanto emerge dai dati diffusi dall'Istat. Nel secondo trimestre il reddito disponibile delle famiglie è aumentato dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti e del 2,3% rispetto al secondo trimestre del 2010. La spesa delle famiglie per consumi finali in valori correnti è aumentata dello 0,9% rispetto al trimestre precedente.

 

Il tasso di investimento delle famiglie è stato pari all'8,9%, inferiore di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e invariato rispetto al secondo trimestre del 2010. Cala la propensione al risparmio delle famiglie: nel secondo trimestre è pari all'11,3%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 1,2 punti percentuali rispetto al secondo trimestre dello scorso anno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -