Calano le esportazioni su base mensile: a luglio -0,6%

Calano le esportazioni su base mensile: a luglio -0,6%

Calano le esportazioni su base mensile: a luglio -0,6%

ROMA - Nel mese di luglio le esportazioni sono aumentate del 12,2% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, con andamenti più dinamici per il mercato non comunitario (+16,7%) rispetto a quello interno all'Unione europea (+8,9%). Lo comunica l'Istat, aggiungendo che si tratta del primo segno meno a livello congiunturale dall'ottobre del 2009. Le importazioni, invece, sono scese dell'1,6% (dato destagionalizzato) su giugno e sono cresciute del 21% su luglio 2009.

 

A luglio 2010 l'attivo commerciale risulta pari a 1,8 miliardi di euro, in peggioramento rispetto a quello di 3,6 miliardi di euro dello stesso mese dell'anno precedente.Negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, le esportazioni sono cresciute del 6,6% (con andamenti più dinamici per i paesi extra Ue) e le importazioni del 7,3% (con andamenti pressoché identici per le due aree).

Nel periodo gennaio-luglio 2010, rispetto al corrispondente periodo del 2009, le esportazioni sono aumentate del 12,5%, con una dinamica più vivace per i paesi extra Ue (+13,8%) rispetto a quelli comunitari (+11,6%), e le importazioni del 18,9 % (+23,2% per l'area extra Ue e +15,6% per quella Ue). Nei primi sette mesi dell'anno il deficit commerciale, pari a 12,5 miliardi di euro, è notevolmente più ampio di quello del corrispondente periodo del 2009 (-1,3 miliardi di euro).

Nei primi sette mesi del 2010 l'aumento del valore delle esportazioni rispetto allo stesso periodo del 2009 è determinato da una crescita dei valori medi unitari del 4,5%, più contenuta di quella dei volumi (+7,7%). Dal lato delle importazioni i valori medi unitari registrano incrementi inferiori a quelli dei volumi (rispettivamente +8,3% e +9,8%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -