Caro benzina, arrivano gli sconti

Caro benzina, arrivano gli sconti

Sconti sui carburanti in cambio della chiusura dell’indagine aperta nei loro confronti. Si è risolto così, per le otto compagnie petrolifere su cui era stata avviata un’istruttoria dell’Antitrust, il caso aperto per verificare possibili intese restrittive della concorrenza. Le misure concordate ed ora vincolanti vanno dagli sconti sulla benzina al self-service fino all’eliminazione dei prezzi consigliati. Ogni compagnia ha proposto diversi sconti (da 2,5 a 6 centesimi).

La pubblicità che veniva garantita ai «listini» era considerata uno scambio di informazioni utile al raggiungimento di un accordo sui prezzi. No, quindi, alla diffusione dei prezzi consigliati e dei differenziali integrativi.

Ogni compagnia ha poi proposto diverse misure, per quanto riguarda l’ammontare dello sconto (dai 2,5 centesimi in meno al self-service rispetto al servito di alcune compagnie, fino ai 6 centesimi di Agip). Eni (Agip), Api/Ip, Esso, Q8, Total, Shell e Tamoil promettono anche l’aumento dei distributori dotati di self-service

Il ministro per lo Sviluppo economico, Pier Luigi Bersani, incontrerà i petrolieri venerdì, ma già si lascia andare a commenti positivi: “Un segnale forte che porterà a una diminuzione complessiva dei prezzi dei carburanti”. Ma non si paca la polemica con l'Unione petrolifera, che si è detta “sorpresa” per l’affermazione che, 24 ore prima, si era fatto sfuggire il ministro che aveva denunciato “presunti comportamenti anomali” riguardanti i prezzi del carburante “basandosi su dati non aggiornati e parziali, provocando un ingiustificato allarme nell'opinione pubblica”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -