Cina, la Banca Centrale smentisce la fuga del governatore Xiaochauan

Cina, la Banca Centrale smentisce la fuga del governatore Xiaochauan

La Banca Centrale cinese ha smentito le voci secondo le quali il suo governatore, Zhao Xiaochuan, sarebbe fuggito dal Paese per timore di essere incriminato per la perdita ingenti somme di denaro investite in società finanziarie americane. "Dicono che il governatore sia fuggito, ma invece ha appena presieduto una riunione", ha dichiarato al Wall Street Journal il vice di Zhao, Hu Xiaolian.
 
La notizia della fuga di Zhao Xiaochuan è comparsa sabato scorso su alcuni blog cinesi che hanno citato come fonte il giornale Ming Pao di Hong Kong. In un editoriale pubblicato sul suo sito web, però, il Ming Pao ha riferito di "non avere nulla a che vedere" con la diffusione della voce e di "condannare con forza" l' uso del nome del giornale "per diffondere false informazioni".

Hu Xiaolian, il numero due della People's Bank of China, ha evidenziato nella sua smentita "l'effetto assolutamente anormale" che la voce ha avuto sul mercato. "Di solito - ha sostenuto - la volatilità dei mercati si deve a notizie o analisi. Ma speculare su una cosa come questa è assolutamente anormale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -