Crisi euro, Obama: "Sono preoccupato"

Crisi euro, Obama: "Sono preoccupato"

Crisi euro, Obama: "Sono preoccupato"

MILANO - "Sono molto preoccupato di ciò che sta avvenendo in Europa, ma stabilizzare l'Unione Europa sarà una cosa ottima anche per gli Stati Uniti". E' quanto ha affermato il presidente americano Barack Obama. "I problemi della Grecia dimostrano che tutti i Paesi sono interconnessi e per questo motivo la cornice del G20 è così importante", ha aggiunto. Intanto domenica è stata convocata a Bruxelles una riunione d'urgenza della Commissione europea in soccorso all'euro.

 

Il presidente dell'esecutivo comunitario Josè Manuel Barroso ha infatti convocato tutti i commissari per dare seguito alle decisioni prese dal vertice straordinario dell'Eurogruppo per fare fronte alla crisi. La Commissione dovrà tra l'altro varare il piano salva-Stati che sarà poi discusso, nel pomeriggio, dai ministri delle Finanze dei 27.

 

Nel frattempo proseguono i contatti tra i leader europei. Per seguire da vicino la situazione, il premier Silvio Berlusconi ha annullato la visita a Mosca prevista in occasione del 65esimo anniversario della vittoria nella Seconda guerra mondiale. Il presidente del Consiglio resterà in Italia in stretto contatto con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

 

"La situazione è seria", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel dopo aver incontrato il primo ministro canadese Stephen Harper. "Se guardate agli spread di venerdì o giovedì, vedrete che stiamo affrontando uno sviluppo che non è positivo in diversi Paesi, non in uno solo", ha aggiunto. Il cancelliere tedesco ha detto che i leader della zona euro hanno presa la giusta decisione venerdì, quando si sono accordati su misure speciali da preparare prima che i mercati riaprano lunedì.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -