Crisi finanziaria, no al piano Bush. Borse a picco

Crisi finanziaria, no al piano Bush. Borse a picco

Crisi finanziaria, no al piano Bush. Borse a picco

Si aggrava la crisi finanziaria mondiale. Negli Stati uniti a Camera dei rappresentanti hanno bocciato il piano di salvataggio delle istituzioni finanziare americane avanzato dal presidente Gorge W. Bush da 700 miliardi di dollari con 228 no e 205 sì. Immediate la reazione della borsa di New York, subito affondata. Lo S&P 500 ha perso il 7,13%, mentre il Dow Jones ha ceduto il 5,4%. Il Nasdaq, invece, è arretrato del 6,21%. Lunedì nero per le Borse europee.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In fumo sono andati ben 319 miliardi di capitalizzazione. Si tratta della seconda peggiore flessione da inizio dell'anno. Il 21 gennaio scorso, infatti, furono bruciati ben 440 miliardi di euro per le preoccupazioni di una possibile recessione. Male anche Piazza Affari: il Mibtel ha perso il 4,74% a 19.662 punti e lo S&P/Mib il 4,98% a 25.803.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -