Crisi Grecia, allarme di Draghi: ''Altri paesi a rischio''

Crisi Grecia, allarme di Draghi: ''Altri paesi a rischio''

Crisi Grecia, allarme di Draghi: ''Altri paesi a rischio''

ROMA - Il governatore di Bankitalia, Mario Draghi, lancia l'allarme: la crisi economica potrebbe degenerare anche in altri paesi nel mondo se non si va incontro a "misure di aggiustamento precauzionale". Parlando in qualità di presidente del Financial Stability Board alla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, ha evidenziato che è opportuno rivedere il Patto di Stabilità, rendendolo "più incisivo" e "rafforzare il governo economico dell'Unione".

 

Nel frattempo si accende il conflitto sociale in Grecia, dove il sindacato dei dipendenti pubblici Adedy ha annunciato 48 ore di sciopero a partire da martedì contro le "crudeli e brutali misure senza precedenti" annunciate domenica dal governo in cambio di 110 miliardi di aiuti Ue-Fmi. Oltre al settore dei trasporti, saranno inoltre chiusi ospedali, scuole e uffici pubblici.

 

Il premier Giorgio Papandreou ha affermato che le nuove misure sono l'unico modo "per salvare il paese dalla bancarotta". Sindacati e opposizione lo accusano invece di spingere il paese verso una "profonda recessione" e una "esplosione sociale" con i duri tagli salariali e pensionistici per i dipendenti pubblici, interventi normativi nel settore privato e aumenti delle tasse.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -