Crisi Grecia, Van Rompuy: "Esclusa ristrutturazione debito"

Crisi Grecia, Van Rompuy: "Esclusa ristrutturazione debito"

Crisi Grecia, Van Rompuy: "Esclusa ristrutturazione debito"

ATENE - Dopo un martedì di panico che ha visto il declassamento al livello "spazzatura" dei titoli greci da parte dell'agenzia di rating Standard&Poor ed il tonfo delle borse, il presidente dell'Unione Europea, Herman van Rompuy, ha assicurato che "le negoziazioni vanno avanti bene e non si tratta della ristrutturazione del debito". "Lo scopo - ha evidenziato - è attivare il piano congiunto che mette insieme Eurogruppo, Bce, Fmi e, ovviamente, il governo greco".

 

Secondo quanto riportato dal "Financial Times", il piano da 45 miliardi di aiuti al governo ellenico potrebbe essere più alto di almeno 10 miliardi di euro. "Per salvare la Grecia - ha evidenziato il giornale - servirebbero 70 miliardi". Herman van Rompuy ha intanto confermato la sua intenzione "di convocare una riunione dell'Eurogruppo, con i capi di Stato e di governo, intorno al 10 maggio".

 

"Sulla base della  relazione che sarà ultimata nei prossimi giorni, i leader mondiali dovranno decidere consentendo il pagamento degli aiuti attualmente in discussione", ha concluso.  Intanto alla Borsa di Atene sono state vietate, per due mesi, le vendite allo scoperto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -