Crisi Grecia, ''il piano potrebbe non bastare''. Crollano le borse

Crisi Grecia, ''il piano potrebbe non bastare''. Crollano le borse

Crisi Grecia, ''il piano potrebbe non bastare''. Crollano le borse

Il piano di salvataggio della Grecia da 110 miliardi di euro "potrebbe non bastare" e il governo greco dovrà comunque rivolgersi al mercato per finanziarsi nel corso dei prossimi tre anni. E' quanto ha sostenuto il ministro dell'Economia tedesco, Rainer Brüderle. Parole che hanno provocato il tonfo delle Borse Europee, che hanno bruciato martedì 144 miliardi di euro di capitalizzazione ed annullato i guadagni messi a segno da inizio anno.

 

L'indice Dj Stoxx 600, che ha fatto registrato un -2,9%, si è riportato infatti sui livelli toccati il 4 gennaio. Atene ha chiuso con -6,68%, Madrid -5,41% e Lisbona -4,2%. Martedì nero anche per Milano che ha lasciato sul terreno il 4,70% dell'indice Mib a 20.613,25 punti, tornando ai livelli di luglio 2009. Segni negativi anche a Londra (-2,56%), Parigi (-3,64%) e Francoforte (-2,6%). L'Euro è sceso sotto quota 1,31 dollari, ai minimi dal 28 aprile 2009.

 

Nel frattempo ha preso il via martedì lo sciopero di 48 ore dei dipendenti pubblici greci che protestano contro il nuovo piano di austerità concordato dal governo di Giorgio Papandreou. Mercoledì si uniranno anche i lavoratori del settore privato paralizzando aerei, treni, trasporti urbani, scuole, ospedali, banche e uffici pubblici nel terzo sciopero generale quest'anno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -