Crisi, Trichet: i numeri lasciano intravedere segnali di luce

Crisi, Trichet: i numeri lasciano intravedere segnali di luce

Crisi, Trichet: i numeri lasciano intravedere segnali di luce

ROMA - Jean-Claude Trichet vede la fine del tunnel. Il numero uno dell'Eurotower, dopo la decisione unanime del Board della Bce di lasciare i tassi fermi all'1%, ha evidenziato come nonostante la strada verso una solida ripresa "resti incerta" e accidentata, i numeri lasciano intravedere segnali di luce. Le nuove proiezioni economiche dello staff dell'Eurosystem puntano al rialzo. Per il 2009, la contrazione è attesa nella forchetta -4,1%/-3,9%, meglio della precedente stima di -4,4%/-3,8%.

 

La Bce prevede un'inflazione nell'area dell'euro allo 0,3% nel 2009 e tra +0,9% e +1,7% nel 2010. Per il 2011 gli economisti dell'istituto di Francoforte puntano su un'inflazione compresa tra +0,9% e +1,7%. Per il 2011, la previsione di crescita è compresa tra +0,2%/+2,2%, con la parte superiore della forchetta che riconduce il Pil sul suo sentiero potenziale. Trichet non ha nascosto che dalla crisi si uscirà con "una capacità produttiva ridimensionata" che non potrà non esercitare effetti negativi sul mercato del lavoro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -