Rimini regina del 31 dicembre: è stato un capodanno coi fiocchi per gli hotel romagnoli

Prendendo in esame il trimestre dal 1° ottobre al 31 dicembre, infatti, si osserva un’impennata delle visite alle pagine del portale dedicate al Capodanno nelle varie località, Rimini in primis

E’ stato un Capodanno coi fiocchi per gli hotel della Riviera Romagnola e di Rimini in particolare. Ad affermarlo è la web agency riminese Info Alberghi Srl, titolare del portale di promozione turistica www.info-alberghi.com, che attualmente conta 862 hotel attivi in tutte le località dai Lidi Ravennati a Gabicce Mare. Prendendo in esame il trimestre dal 1° ottobre al 31 dicembre, infatti, si osserva un’impennata delle visite alle pagine del portale dedicate al Capodanno nelle varie località, Rimini in primis, che tiene il podio con 54.510 visualizzazioni (contro le 35.185 nello stesso periodo dell’anno scorso).

Seguono Riccione con 36.449 visite (contro le 28.326 del 2013), Cesenatico  con 12.771 (contro le 6.981 dell’anno scorso), Milano Marittima 6.800 (4.547 nel 2013), Cattolica 4.218 (2.994 nel 2013). Ultime Cervia e Bellaria, rispettivamente con 3.544 (2.133 nel 2013) e 2.238 (1.746 nel 2013). Premiate, quindi, le località che offrivano un evento di piazza, soprattutto Rimini con il concerto di Fabi- Gazzè- Silvestri in piazzale Fellini. Quest’anno, però a differenza dello scorso anno, l’attenzione degli-utenti si è rivolta in modo più importante sul periodo pre-capodanno, come attesta il movimento sul portale già intorno al 10 dicembre, quindi con un occhio di riguardo anche verso i mercatini natalizi. Analizzando, inoltre, le date inserite nelle richieste di prenotazione inoltrate agli hotel attraverso il portale, si vede come le giornate più richieste dagli utenti siano, nell’ordine, 31 dicembre (11.000 richieste), 1 gennaio (6.000), 30 dicembre (4.500), 2 gennaio (2.000) e 29 dicembre (1.000).

Per quanto riguarda la categoria alberghiera, la partita si gioca fra i 3 e i 4 stelle, le cui pagine dedicate raggiungono rispettivamente 41.000 e 27.000 visualizzazioni, in aumento rispettivamente del 148% e del 116% rispetto allo stesso periodo del 2013. Come ogni inverno, infine, è l’hotel con centro benessere il più ricercato, con 28.000 viste alla pagina relativa a questa categoria. I dati trovano conferma nelle dirette testimonianze degli albergatori: “Tutto pieno - afferma Federica Zaghini, titolare dell’Hotel Aristeo, 3 stelle Superior di Rimini -. Quest’anno ho chiuso le prenotazioni già il 17 dicembre, mi sono mossa in anticipo con una campagna pubblicitaria importante. Tutti vengono per assistere agli eventi, sia il concerto di piazzale Fellini sia gli eventi organizzati in centro storico. Per lo più si tratta di persone che erano già state a Rimini l’anno scorso e sono tornate perché molto soddisfatte dalle iniziative organizzate in città. Anche i gruppi di amici sono diventati più numerosi grazie al passaparola. Il 70% ha prenotato per 2 notti, il 15% per 3 notti e il restante 15% per la sola notte di Capodanno. Qualche disdetta è arrivata per il maltempo ma vista la stagione è del tutto normale”.

Molto soddisfatta anche Paola Bensi, responsabile booking dell’Hotel Regina Elena 57, 4 stelle di Rimini con Spa: “A Capodanno abbiamo registrato il tutto esaurito, moltissime le richieste arrivate dal web e convertite in prenotazioni. Molto buona anche la durata dei soggiorni, che si aggirano su una media di 3 o 4 giorni a cavallo del Capodanno. La cosa determinante per noi è la presenza della Spa, molto apprezzata dai nostri clienti, oltre al veglione di Capodanno in hotel.”

Un dato interessante si ricava dall’analisi della provenienza geografica del traffico online, che evidenzia come la maggior parte degli utenti percorra la via Emilia per trascorrere il Capodanno in Riviera: Milano, Torino e Bologna le principali città di provenienza dei flussi turistici, seguite da Roma e Firenze. La facilità di raggiungimento in auto o treno contribuiscono a rendere più appetibile la destinazione romagnola, così come l’appeal esercitato dalle iniziative proposte. Emblematico, in questo senso, il dato di Roma, città da cui, per dimensioni, lontananza ed eventi in programma,  non si immaginerebbe un esodo a Capodanno.

Non solo vicinanza geografica, quindi, ma anche appetibilità delle proposte. A suggerirlo, i dati ricavati dall’analisi dei click sulla newsletter inviata come di consuetudine dal portale www.info-alberghi.com a tutti i suoi utenti. Tre le newsletter inviate durante le feste per un totale di 600 mila e-mail, che invitavano gli utenti a visitare il territorio e a visionare le iniziative messe in atto nelle diverse località della costa. Una delle tre newsletter, in particolare, si concentrava esclusivamente sul Capodanno invitando gli utenti a scegliere con un click tra feste di piazza, discoteche e Capodanno a Rimini: il 44% dei click è andato al Capodanno di Rimini, il 42% agli eventi di piazza e solo il 13% alle feste in discoteche.

“I dati confermano il trend in essere già da qualche anno” commenta Lucio Bonini, titolare di Info Alberghi Srl insieme ad Andrea Sacchetti “che vede vincenti le località che offrono eventi o concerti per Capodanno. Quest’anno, in particolare, le statistiche sembrano deporre per un successo strepitoso, mai visto prima, di Rimini, Riccione e in minor misura Cesenatico. Anche fra gli hotel vengono premiati quelli di alta categoria e con servizi all’avanguardia, come il centro benessere. Una prima considerazione è come la sinergia tra istituzioni e imprenditori sia la chiave di volta in grado di dare un futuro al turismo in Riviera. Chi viaggia è sempre più attento e oculato nella scelta, vuole il meglio in hotel e vuole divertirsi: investire negli eventi e nella qualità dell’ospitalità è l’unica via da percorrere se si vuole ottenere dei risultati. Va detto, poi, che sempre meno spazio sembra destinato agli albergatori fermi nel tempo, a favore di chi si sa muovere con le nuove tecnologie e approfitta di quanto messo a disposizione dalle istituzioni per attirare clienti.”

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -