Draghi: ''La manovra è inevitabile. Ora riforme di lavoro e pensioni''

Draghi: ''La manovra è inevitabile. Ora riforme di lavoro e pensioni''

Draghi: ''La manovra è inevitabile. Ora riforme di lavoro e pensioni''

La "sfida" dell'Italia per superare la recessione è quella di " coniugare la disciplina di bilancio con il ritorno alla crescita". Con la certezza però che "dall'Euro non si torna indietro". E' quanto ha affermato Mario Draghi durante l'assemblea annuale di Bankitalia. In merito alla Finanziaria varata dal governo, il numero uno di Palazzo Koch ha apprezzato i tagli alla spesa. "Agire era inevitabile", ha detto Draghi, auspicando il completamento delle riforme di pensioni e lavoro.

 

"La crisi - ha aggiunto - ha acuito il disagio dei giovani nel mercato del lavoro". Per questo la "riforma del mercato del lavoro va completata, superando le segmentazioni e stimolando la partecipazione", ha chiosato. "Una ripresa lenta accresce la probabilità di una disoccupazione persistente - è l'avvertimento di Draghi -. Questa condizione, specie se vissuta nelle fasi iniziali della carriera lavorativa, tende ad associarsi a retribuzioni successive permanentemente più basse".

 

Draghi ha toccato anche l'argomento della lotta all'evasione. Secondo il leader di Bankitalia, le misure avviate dal governo devono necessariamente "consentire" la riduzione "delle aliquote. Il nesso fra le due azioni va reso visibile ai contribuenti" è l'opinione del governatore. Duro l'attacco agli evasori fiscali: "Macelleria sociale - ha detto Draghi - è una espressione rozza ma efficace: io credo che gli evasori fiscali siano i primi responsabili della macelleria sociale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -