Draghi: ''Sistema bancario solido. Servono riforme strutturali''

Draghi: ''Sistema bancario solido. Servono riforme strutturali''

Draghi: ''Sistema bancario solido. Servono riforme strutturali''

ROMA - Occorre definire al più presto le misure necessarie per arrivare al pareggio di bilancio nel 2014. E' quanto ha affermato il Governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi. Alle tensioni degli ultimi giorni che hanno interessato i titoli di Stato e i corsi azionari italiani, infatti, "ha contribuito l'incertezza sulle prospettive della finanza pubblica". Draghi ha anche avvertito che "esistono rischi che questi provvedimenti distorcano l'impianto della correzione".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo quadro, "se non si incide anche su altre voci di spesa, il ricorso alla delega fiscale e assistenziale per completare la manovra nel 2013-2014 non potrà però evitare un aumento delle imposte". Il Governatore ha ribadito che le banche italiane sono in grado di resistere anche nei momenti più difficili perché "rispetto al 2008 sono molto più sani e meno carichi di pesi morti".

Draghi ha anche ribadito la necessità di dare vita al più presto a riforme strutturali e ha ricordato che "per anni il costo del credito nelle varie parti dell'area euro non si è discostato significativamente da quello prevalente in Germania. Inoltre gli spread sui titoli sovrani rispetto al Bund tedesco sono rimasti a lungo su livelli modesti e i tassi praticati dalle banche hanno riflesso la credibilità di cui godevano i titoli pubblici dei paesi dell'euro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -