Economia, nuovo affondo di Confindustria: "deludenti le misure del governo"

Economia, nuovo affondo di Confindustria: "deludenti le misure del governo"

Economia, nuovo affondo di Confindustria: "deludenti le misure del governo"

Nuova staffilata di Confindustria contro il Governo. L'associazione degli industriali è tornata ad invocare uno "scatto d'orgoglio" e ha definito "deludente" il piano del governo per sostenere la crescita economica. A parlare è stato il direttore generale di Confindustria, Giampaolo Galli, durante un'audizione al Senato in cui ha fatto presente quanto siano "impegnativi gli obiettivi di riduzione del disavanzo pubblico". Galli ha fatto notare che "senza crescita è molto difficile conseguire la stabilità finanziaria".

 

Galli ha spiegato che l'associazione che rappresenta gli industriali "condivide gli impegni del governo in materia di risanamento dei conti pubblici, che è obiettivo essenziale, nonché l'individuazione delle grandi aree su cui è necessario intervenire per rilanciare la crescita. Il Pnr è però deludente per quanto attiene alle azioni concrete da intraprendere per la crescita e la competitivià del sistema". 

 

Il dg di Confindustria non ha esitato a prospettare l'ipotesi di una manovra di 2,3 punti di Pil per il biennio 2013-2014, sforzo "ancora più gravoso oggi, in un contesto reso difficile dalle conseguenze della crisi finanziaria globale e dalla perdita di competitività accumulata nel nostro Paese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -