Fiat-General Motors: l'operazione slitta di un anno

Fiat-General Motors: l'operazione slitta di un anno

ROMA - Il processo di mediation avvito da Gm il 16 dicembre scorso terminera' il primo febbraio 2005. Lo si legge in un comunicato della Fiat. La ''mediation'', prevista dal Master Agreement firmato dalla Fiat e dalla General Motors nel marzo del 2000, prevede che gli amministratori delegati dei due Gruppi, Richard Wagoner per la Gm e Sergio Marchionne per la Fiat, si incontrino per trovare una soluzione sull' opzione put, cioe' il diritto della Fiat, quando lo vorra', di vendere alla casa Detroit l' intero settore auto. L' opzione sarebbe dovuta scattare oggi ed e' valevole per cinque anni.

Gm aveva avviato la ''mediation'' perche' non ritiene piu' valida la put option dopo la vendita da parte di Fiat del 51% di Fidis e la ricapitalizzazione del settore auto. Nella nota diffusa oggi, Fiat ribadisce che ''la vendita di alcune attivita' finanziarie di Fiat Auto e la ricapitalizzazione di Fiat Auto Holdings BV non costituiscono violazioni del Master Agreement. Di conseguenza, la 'put option' che detiene sul proprio business dell'auto e' uno strumento importante per Fiat, ed e' valido ed esercitabile secondo i termini stabiliti''. Il Gruppo torinese aggiunge che nonostante ''la 'put option' sia esercitabile a partire dal 24 gennaio 2005, Fiat ha deciso di aspettare la conclusione del processo di 'mediation''. ''Pertanto - conclude - Fiat sara' nella posizione di esercitare la 'put option' dal 2 febbraio 2005 fino al 24 luglio 2010''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -