Fiat, la Fiom all'attacco: ''Fare saltare l'accordo''

Fiat, la Fiom all'attacco: ''Fare saltare l'accordo''

TORINO - Nella polemica a distanza tra il leader della Cgil, Susanna Camusso, e l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, si è inserito anche il leader della Fiom, Maurizio Landini. Intervenendo all'assemblea nazionale delle Camere del lavoro promossa dalla Cgil, facendo riferimento all'accordo su Mirafiori ha sottolineato che "chi viene nominato lì non fa il sindacalista ma il gendarme dell'impresa".

 

Secondo Landini la scelta della Fiat di tornare alle Rsa nominate dai soli sindacati firmatari "è di fondo perché nel momento in cui possono essere eletti i rappresentanti solo dai sindacati che ha scelto la Fiat, vuol dire che quelli stessi non hanno più diritto di esercitare un ruolo sindacale",  ma quello di "gendarme dell'impresa".

 

Il leader della Fiom ha invitato a "far saltare l'accordo" e "renderlo non applicabile ed essere in grado di riconquistare i diritti che in termini sindacali significa riaprire la trattativa e considerare la vertenza ancora aperta."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -