Fiat, Marchionne avvisa il Governo: ''senza incentivi alcuni stabilimenti a rischio''

Fiat, Marchionne avvisa il Governo: ''senza incentivi alcuni stabilimenti a rischio''

Fiat, Marchionne avvisa il Governo: ''senza incentivi alcuni stabilimenti a rischio''

ROMA - Senza nuovi incentivi del governo alcuni stabilimenti Fiat rischiano di chiudere. Lo ha affermato l'amministratore delegato Sergio Marchionne, a margine della presentazione della Punto Evo: "Sono scelte del governo, faccia quello che deve fare", ha dichiarato il numero uno della casa del Lingotto. Ma, ha avvisato, "se non si continua con gli incentivi, la domanda scenderà: perdiamo volumi, non vendiamo vetture, chiudiamo gli stabilimenti".

 

L'ad di Fiat ha evidenziato che si tratta di un problema che richiede una risposta "coordinata a livello europeo", come sostenuto dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti. "Da quel che sappiamo risulta che la Francia è intenzionata a continuarli e che anche in Inghilterra continueranno e quindi credo che l'Italia non possa tirarsi indietro", ha tagliato corto Marchionne.

 

A chi gli domandava se avesse rimpianti per la mancata acquisizione di Opel, il leader del Lingotto ha risposto secco: "Zero rimpianti". Quindi ha spiegato che il piano Chrysler sarà illustrato ufficialmente ai mercati entro novembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -