Fiat, Marchionne: ''Mai minacciato di lasciare l'Italia''

Fiat, Marchionne: ''Mai minacciato di lasciare l'Italia''

Fiat, Marchionne: ''Mai minacciato di lasciare l'Italia''

ROMA - Fiat non ha mai pensato di lasciare l'Italia. Lo ha affermato l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, a margine dell'incontro con il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani. Marchionne ha confermato che i conti del gruppo automobilistico torinese, senza la parte italiana, sarebbero migliori. Il manager ha poi assicurato che le assunzioni a Pomigliano d'Arco, dove sarà prodotta la nuova ‘Panda', partiranno dal 2011,

 

Quanto all'andamento del mercato, "il 2010 e parte del 2011 sono totalmente in linea con le previsioni che avevamo. Non c'è niente di anomalo", ha detto Marchionne. Al termine dell'incontro il ministro Romani, ha detto di escludere che ci possano essere altri incentivi per il settore auto. "Marchionne non ha chiesto nulla e non ha chiesto incentivi - ha spiegato il ministro - non crede in un mercato dopato, quindi escludo che ci possano essere altri incentivi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -