Fiat, Sacconi a Camusso: ''Il Governo tifa Marchionne? Ridicolo''

Fiat, Sacconi a Camusso: ''Il Governo tifa Marchionne? Ridicolo''

Fiat, Sacconi a Camusso: ''Il Governo tifa Marchionne? Ridicolo''

ROMA - "I lavoratori della Fiat non perdono nulla, anzi guadagnano non solo una sicurezza relativa al posto di lavoro ma anche miglioramenti delle loro condizioni salariali". E' la convinzione del ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ribadita a "La telefonata" di ‘Mattino Cinque" a pochi giorni dal referendum sull'accordo tra Sergio Marchionne e i lavoratori dello stabilimento Mirafiori. "A parità di ore lavorate aumenta il salario", ha evidenziato Sacconi.

 

Il ministro ha sottolineato "la possibilità di crescita legata ai nuovi moduli di produzione e di organizzazione del lavoro. In più scatta quella disposizione voluta dal governo per cui tutto l'aumento retributivo legato a questo accordo viene tassato al 10% anziché al 23%". Sacconi ha quindi bollato come "impostazione ridicola" la posizione espressa dal segretario della Cgil, Susanna Camusso che ha accusato l'esecutivo di tifare per l'accordo perchè vuole la perdita dei diritti dei lavoratori.

 

"Il governo e la maggioranza - ha evidenziato il titolare del Welfare - sono favorevoli a un accordo che garantisce un importante investimento senza il quale l'auto perde una dimensione strategica nel nostro Paese, oltre all'impoverimento industriale di Torino e del Piemonte". Fortunatamente "il consenso è arrivato anche da importanti leader dell'opposizione, quali Chiamparino, Fassino, Renzi e Fioroni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -