Fiat, target rivisti al rialzo

Fiat, target rivisti al rialzo

Fiat ha chiuso il secondo trimestre 2011 con un utile netto pari a 1.237 milioni di euro, influenzato da proventi netti atipici di 1.058 milioni di euro, determinati dalla valutazione della quota detenuta in Chrysler in conseguenza del consolidamento, al netto di altri oneri atipici. Il Lingotto ha fatto registrare ricavi consolidati oltre 58 miliardi di euro, risultato della gestione ordinaria circa 2,1 miliardi di euro, utile netto circa 1,7 miliardi di euro.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indebitamento netto industriale nell'intorno di 5,0-5,5 miliardi di euro circa. Escludendo Chrysler, l'utile netto depurato delle componenti atipiche, sarebbe pari a 76 milioni di euro (in miglioramento di 68 milioni di euro rispetto al secondo trimestre 2010). E' attesa inoltre una liquidità elevata (circa 18 miliardi di euro). I target per l'anno in corso, per Fiat Spa, sono stati rivisti al rialzo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -