Fiat, trimestrale a gonfie vele: il cda delibera lo "scorporo"

Fiat, trimestrale a gonfie vele: il cda delibera lo "scorporo"

Fiat, trimestrale a gonfie vele: il cda delibera lo "scorporo"

Notizie positive per la Fiat, una delle principale industrie del paese, forse quella storicamente più rilevante del settore privato. Nel secondo trimestre del 2010 il conto economico ha mostrato dati molto positivi segnando utile netto a 113 milioni di euro, contro una perdita di 179 milioni di euro nel secondo trimestre 2009, utile della gestione ordinaria più che raddoppiato a 651 milioni, ricavi in rialzo del 12,5% a 14,8 miliardi di euro. Via libera anche allo "scorporo".

 

Il consiglio d'amministrazione del gruppo automobilistico torinese ha varato la scissione parziale proporzionale, con cui Fiat S.p.A. intende trasferire ad una società di nuova costituzione, Fiat Industrial S.p.A., alcuni elementi dell'attivo (prevalentemente partecipazioni) relativi ai business dei veicoli industriali, motori 'industrial & marinè, macchine agricole e per le costruzioni, oltre a debiti finanziari.

 

Le attività che saranno separate includono Fiat Group Automobiles, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli, Teksid, Comau e FPT Powertrain Technologies. L'operazione diverrà effettiva dall'1 gennaio 2011 e "le azioni di Fiat Industrial saranno assegnate agli azionisti Fiat sulla base di un rapporto uno a uno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -