Fiat, un 2007 da record

Fiat, un 2007 da record

L'assemblea degli azionisti di Fiat ha approvato il bilancio 2007 che si è chiuso con un utile di oltre 2 miliardi di euro. L’amministratore delegato, Sergio Marchionne, ha ribadito gli obiettivi 2008 del gruppo del Lingotto alla luce dell’andamento del primo trimestre: ricavi netti oltre 60 miliardi di euro, indebitamento azzerato con almeno 1,5 miliardi di disponibilità, risultato della gestione ordinaria a tra 3,4 e 3,6 miliardi ed un utile netto tra 2,4 e 2,6 miliardi.

SICUREZZA - ''Gli sforzi che abbiamo fatto e continuiamo a fare sono diretti ad assicurare i migliori standard di sicurezza – ha sottolineato Marchionne nel suo intervento in apertura dell'assemblea degli azionisti -. La sicurezza e la prevenzione dei rischi sono per Fiat prioritari''. L'ad ha voluto ricordare Domenico Monopoli, l'operaio che ha perso la vita la scorsa settimana in un infortunio sul lavoro a Melfi per il quale ha espresso ''profondo cordoglio di tutto il gruppo per un uomo apprezzato da tutti. Siamo vicini alla famiglia - ha concluso Marchionne- e continueremo ad esserlo''.

OBIETTIVI – “Comincia una nuova fase, con obiettivi ambiziosi e impegnativi, che porteremo avanti col massimo impegno,per diventare una grande impresa globale” ha detto Marchionne. Tra le novità la realizzazione di un Suv entro il 2010.

'2007 FONDAMENTALE PER L’AZIENDA' – “Il 2007 ha rappresentato un passaggio fondamentale per la nostra azienda. Oggi parliamo di una società che ha chiuso l'anno con un utile gestionale superiore ai 3,2 miliardi di euro, il più alto della storia” ha dichiarato il presidente Luca Cordero di Montezemolo, evidenziato il livello di vendite delle auto che non si vedeva da 7 anni a questa parte. “Nei prossimi anni – ha aggiunto Montezemolo - saremo impegnati nel cammino di sviluppo del gruppo a livello internazionale”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -