Fiat, vertice a Torino per il futuro dello stabilimento di Mirafiori

Fiat, vertice a Torino per il futuro dello stabilimento di Mirafiori

Fiat, vertice a Torino per il futuro dello stabilimento di Mirafiori

TORINO - Toni accesi durante il vertice convocato dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi nel palazzo della Regione Piemonte, dove si è discusso della decisione della Fiat di trasferire la produzione del nuovo monovolume in Serbia. Al tavolo presenti anche 'amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne, il governatore Roberto Cota, i leader di Cgil, Cisl e Uil, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, i segretari generali di Fiom, Fim, Uilm, Fismic e Ugl.

 

Il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, al tavolo insieme al presidente della Provincia, Antonio Saitta, ha sostenuto che il piano dell'azienda torinese è "insostenibile dal punto di vista sociale ed economico" senza il rilancio di Mirafiori. Prima del vertice, Epifani ha auspicato in una mediazione della Fiat, evitando di "usare carri armati" e puntando "più sul buon senso che sui muscoli".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -