Finanziaria, 6 miliardi di tagli alla Sanità: torna il ticket

Finanziaria, 6 miliardi di tagli alla Sanità: torna il ticket

Finanziaria, 6 miliardi di tagli alla Sanità: torna il ticket

Tagli alla Sanità per 6 miliardi di euro e il ritorno del ticket. E' solo una delle tante novità prevista dalla Finanziaria triennale che il governo Berlusconi è chiamato ad approvare nel consiglio dei ministri di mercoledì. Nel documento è contenuta anche l'ormai famosa Robin Hood tax e un nuovo regime delle deducibilità per banche e assicurazioni. Il provvedimento non piace ai sindacati e alle regioni. Spariscono i tagli a comunità montane e province.

 

Via libera entro l'estate. L'impegno del Governo e' quello di approvare la manovra triennale in Parlamento prima della pausa estiva. A ribadirlo, a quanto s'apprende, e' stato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, nel corso dell'incontro con le parti sociali a Palazzo chigi. Oggi, ha riferito il titolare del dicastero di Via XX Settembre, ha riferito che oggi il consiglio dei ministri approvera' un decreto e un disegno di legge, che, ha spiegato, costiuiscono un unico corpo giuridico. Nel prossimo mese di settembre, il Parlamento terra' una sessione sul federalismo fiscale.

  

Nuovo ticket. Le Regioni potrebbero essere costrette a introdurre i ticket sanitari per far fronte ai tagli previsti dalla Finanziaria. Per ora e' solo un'ipotesi ma i governatori, che ieri si sono riuniti in un tavolo con il governo ed oggi stanno partecipando ad un nuovo incontro al ministero per i Rapporti con le Regioni a cui seguira' un vertice a Palazzo Chigi, sono seriamente preoccupati per il sacrificio che e' stato chiesto loro.

 

Arrivano gli aiuti. Famiglie a basso reddito, giovani coppie, anziani, studenti fuori sede e immigrati regolari. Questa la platea che potra' beneficiare di aiuti consistenti per l'acquisto della prima casa. E' quanto prevede il decreto legge collegato alla manovra triennale del Governo.

  

Case popolari, opzione di acquisto per coppie di fatto. Non solo le coppie regolarmente sposate ma anche i conviventi more uxorio potranno godere del diritto di opzione per l'acquisto di case popolari. E' quanto prevede il decreto legge che compone la manovra triennale all'esame del Governo. Le coppie di fatto potranno, quindi, beneficiare di questa agevolazione a patto che ''la convivenza duri da almeno cinque anni''.

  

Taglio del 25% per gli stipendi dei manager. La scure di Tremonti si abbatte sui manager pubblici. Il loro stipendio sara' tagliato del 25%. E' quanto si legge nel disegno di legge che accompagna la manovra triennale all'esame del Governo. In arrivo anche un taglio al numero dei consiglieri di amministrazione delle societa' non quotate e direttamente o indirettamente controllate dallo Stato: dovranno essere ora minimo cinque e massimo sette.

  

30mila euro di multa a chi spia contribuenti. Arrivano multe salate per chi verra' scoperto a spiare i dati sui contribuenti. Le sanzioni vanno dai 5.000 fino ai 30.000 euro. Ma puo' essere aumentata ''sino al triplo'', proporzionalmente alle condizioni economiche di chi contravviene. E' quanto prevede il decreto legge che compone la manovra del Governo. Da oggi, proprio per ''attuare il principio di trasparenza nell'ambito dei rapporti fiscali'', tutti gli elenchi 'delicati' verranno potranno essere visionati presso gli uffici delle imposte o i comuni interessati. Nell'arco di un anno sara', quindi, ammessa la visione e l'estrazione di copia solo a soggetti autorizzati.

  

Eco-carburanti, tocca alla regioni. Spettera' alle Regioni e alle provincie autonome la promozione della diffusione degli eco-carburanti. E' quanto si legge nel disegno di legge che compone la manovra triennale del Governo. Questi enti, si legge nel provvedimento, ''promuovono il miglioramento della rete distributiva dei carburanti e la diffusione dei carburanti eco-compatibili, secondo criteri di non discriminazione, efficienza e qualita' del servizio per i cittadini nel rispetto della disciplina ambientale, urbanistica e di sicurezza''.

 

Più muscoli per Mister Prezzi. Piu' poteri e maggiore autonomia per Mister Prezzi. E' quanto prevede il disegno di legge che compone la manovra triennale. Infatti, per contribuire a fronteggiare il caro prezzi, il Garante si vedra' rafforzati tutti i poteri istruttori. Ora potra' avviare indagine conoscitive ''finalizzate a verificare l'andamento dei prezzi di determinati e servizi'' con il supporto operativo della Guardia di Finanza. Sono ufficialmente a sua disposizione, poi, i dati Istat, Ismea, Uniocamere e camere di commercio

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Energia: avanti col nucleare. Entro il 30 giugno 2009 il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dello Sviluppo economico deve definire la ''strategia energetica nazionale'' che indica le priorita' per il breve e lungo periodo. A tal fine convochera' anche una Conferenza nazionale dell'energia e dell'ambiente, d'intesa con il collega dell'Ambiente. Lo prevede il decreto legge che compone la manovra triennale all'esame del governo questo pomeriggio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -