Finanziaria, Berlusconi: "La manovra non si tocca"

Finanziaria, Berlusconi: "La manovra non si tocca"

Finanziaria, Berlusconi: "La manovra non si tocca"

La manovra finanziaria del governo non si sposta di un millimetro. Ad assicurarlo è il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, che lo ha ribadito da San Paolo, in Brasile, dove per oggi (martedì) è previsto l'incontro con il presidente Lula. Prima dell'arrivo in Brasile Berlusconi aveva fatto un'apertura dicendo "Rivedremo la manovra". Le sue parole e quelle del suo portavoce, Paolo Bonaiuti, mostrano evidentemente un'altra opinione da parte del governo, che si dice comunque pronto ad incontrare le Regioni.

 

Dopo il summit del G20 a Toronto, in Canada, Berlusconi aveva annunciato chiaramente di voler intervenire in modo ‘pesante' su Regioni, Province e Comuni: "Abbiamo messo gli occhi dentro l'amministrazione dello Stato, le Regioni, le Province e i Comuni e ci si è accapponata la pelle: è chiaro che chi ha la responsabilità di governare le Regioni difende lo status quo, perché molto spesso si tratta di abolire enti. Il che vuol dire persone che si devono cercare un altro lavoro. È sempre difficile e doloroso ma non si può andare avanti così a sprecare i soldi dei cittadini".

 

Nel corso della sua prima serata in Brasile, poi, Berlusconi ha incontrato gli imprenditori italo-brasiliani, affermando: "Abbiamo fatto una finanziaria di ulteriore riduzione della spesa senza mettere le mani nelle tasche degli italiani e con un taglio lineare a ministeri e regioni: negli ultimi tempi ho messo il naso nelle spese delle Regioni e ho avuto profondi brividi alla schiena: c'è modo di risparmiare". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -