Fmi, in alto mare la successione di Strauss Khan. ''Basta con direttore europei''

Fmi, in alto mare la successione di Strauss Khan. ''Basta con direttore europei''

Fmi, in alto mare la successione di Strauss Khan. ''Basta con direttore europei''

ROMA - Si complica la nomina del futuro direttore del Fondo monetario internazionale (Fmi) dopo lo scandalo sessuale che ha travolto il francese Dominique Strauss Khan. Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica non intendono infatti più rispettare la consuetudine che voleva un europeo alla guida dell'Fmi. "La situazione richiede l'abbandono delle convenzioni obsolete e non scritte secondo cui il leader del Fmi deve necessariamente essere europeo", spiegano in una nota.

 

I Paesi emergenti si sono detti "preoccupati per le affermazioni rilasciate da alti funzionari europei sulla volontà dell'Europa di mantenere un loro membro al posto di direttore del Fmi", sottolineando che "diversi accordi internazionali hanno spinto perchè ci sia un autentico processo trasparente basato su criteri di merito e di selezione competitiva del Managing Director del Fmi e delle altre posizioni di rilievo nell'organigramma delle istituzioni di Bretton Woods".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La raccolta delle candidature per la carica di direttore generale dopo le dimissioni di Dominique Strauss-Kahn sono aperte fino al 10 giugno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -