Frena la crescita italiana: solo +0,3%

Frena la crescita italiana: solo +0,3%

Frena la crescita italiana: solo +0,3%

ROMA - Frena la crescita italiana. L'Istat ha evidenziato che il pil italiano nel secondo trimestre 2011 ha fatto poco meglio meglio della media dell'Eurozona su base congiunturale (+0,3% contro +0,2%) mentre la crescita annua risulta nettamente più lenta (+0,8% contro +1,6%). Il prodotto interno lordo è aumentato in termini congiunturali dello 0,2% negli Stati Uniti e nel Regno Unito, dello 0,1% in Germania ed è rimasto stazionario in Francia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Giappone il pil è diminuito in termini congiunturali dello 0,3%. In termini tendenziali, il pil è aumentato del 2,8% in Germania, dell'1,6% in Francia, dell'1,5% negli Stati Uniti e dello 0,7% nel Regno Unito; in Giappone ha subito una flessione dello 0,9%. In Italia la crescita del pil acquista per il 2011, cioè quella annuale che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno, è pari allo 0,7%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -