Frena la crescita nei Paesi dell'Ocse, Italia fanalino di coda

Frena la crescita nei Paesi dell'Ocse, Italia fanalino di coda

Frena la crescita nei Paesi dell'Ocse, Italia fanalino di coda

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frena la crescita economica dei Paesi Ocse nel quarto trimestre del 2010. Il Pil ha segnato un rialzo dello 0,4% contro il +0,6% del trimestre precedente. Rallenta la ripresa in Italia, passando allo 0,1% rispetto allo 0,3% del terzo trimestre e restando al di sotto della media dei Paesi Ocse . In calo la crescita anche in Germania (0,4% contro lo 0,7% precedente), mentre la Francia resta stabile allo 0,3%. Crescita economica in contrazione anche in Giappone (-0,3%).

Flessione anche in Gran Bretagna (-0,5%). A condizionare la crescita, in particolar modo nel settore dell'edilizia, anche il clima piuttosto rigido. Bene gli Stati Uniti: +0,8% rispetto a +0,6% del terzo trimestre. Nell'Eurozona la crescita è stata pari allo 0,2% (0,5% nel terzo trimestre). Nel raffronto con il 2009, la crescita nel quarto trimestre si attesta al 2,7% (+3,2% nel terzo trimestre). Nel G7, invece, la crescita più alta è quella registrata in Germania (+4,0%) e la più bassa in Italia (+1,3%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -