Il Pil dell'Italia crescerà nel 2010 dello 0,7%

Il Pil dell'Italia crescerà nel 2010 dello 0,7%

Il Pil dell'Italia crescerà nel 2010 dello 0,7%

Il Pil dell'Italia crescerà nel 2010 dello 0,7%. E' quanto si legge nelle previsioni intermedie della Commissione europea che confermano quanto già pronosticato nelle previsioni di autunno del 2009. Inoltre è stato spiegato come "il Pil reale abbia registrato un drastico calo, dovuto alle esportazioni in diminuzione e e al netto declino degli investimenti, soprattutto nella prima metà dell'anno, mentre i consumi delle famiglie sono scesi in modo più moderato".

 

"Tuttavia, dopo una contrazione semestrale del 2,7% e dello 0,5% nei primi due trimestri, il Pil ha avuto un rimbalzo dello 0,6% nel terzo trimestre. Il quarto trimestre ha registrato una nuova contrazione, dello 0,2%, ma gli indicatori sulla fiducia delle imprese e dei consumatori indicano un'attività economica più forte per il trimestre in corso. Il pil reale dovrebbe espandersi nuovamente nel primo trimestre del 2010".

 

I consumi, secondo Bruxelles, dovrebbero "beneficiare di un minore risparmio precauzionale delle famiglie, dovuto al miglioramento delle condizioni sui mercati finanziari, oltre a delle prospettive di inflazione moderata. Le esportazioni dovrebbero ricevere un impulso positivo dal rafforzamento della domanda globale. La bassa capacità di utilizzo dell'industria, dall'altra parte, dovrebbe mantenere i piani di investimento delle imprese limitati".

 

Anche la zona euro nel 2010 crescerà dello 0,7%, così come l'intera Ue. "L'economia europea - spiega la Commissione Ue - si sta progressivamente riprendendo, nonostante stia ancora affrontando venti contrari. Il Pil ha ripreso di nuovo a crescere nel terzo trimestre del 2009, mettendo fine alla più lunga e più profonda recessione nella storia della Ue. Le eccezionali misure anti-crisi messe in campo - prosegue l'esecutivo europeo - hanno giocato un ruolo fondamentale nel provocare un'inversione di tendenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -