Il premier Monti: "La Ue pensi alla crescita"

“Si è fatto pochissimo” finora sul fronte della crescita nell'Unione Europea. E' quanto ha sottolineato il presidente del Consiglio, Mario Monti, nell'enunciare i tre “tasselli” di intervento

“Si è fatto pochissimo” finora sul fronte della crescita nell'Unione Europea. E' quanto ha sottolineato il presidente del Consiglio, Mario Monti, nell'enunciare i tre “tasselli” di intervento. Ovvero “il perfezionamento del sistema di disciplina di finanzia pubblica, la definizione di una batteria di firewall per evitare il contagio finanziario e il rilancio delle politiche di crescita”. Monti ha sottolineato che l'Italia non è più vista “come una mina principale del sistema”.

Il Paese è visto come quello che può contribuire a “trovare soluzione”. “L'impegno per la costruzione europea non è una priorità del governo – ha sottolineato il premier -, ma è patrimonio del Parlamento, di tutti i governi che si sono succeduti e di tutti i partiti”. Per Monti è inoltre necessario “dotare” il fondo salva Stati di “risorse adeguate, di stabilità di coordinamento reciproco e di una governance del fondo che sia umana e non sovraumana e quindi possa effettivamente funzionare e non essere circondata da vincoli e cavilli”.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -