Incentivi auto, Berlusconi: "capitolo aperto, ma Fiat non sembra interessata"

Incentivi auto, Berlusconi: "capitolo aperto, ma Fiat non sembra interessata"

Incentivi auto, Berlusconi: "capitolo aperto, ma Fiat non sembra interessata"

Pare che il governo torni sull'ipotesi di una nuova erogazione per gli incentivi auto. Al termine del Consiglio dei Ministri il premier Berlusconi ne dà notizia: "è ancora un capitolo aperto, stiamo discutendo con altri protagonisti del settore auto e vediamo come si metteranno le cose, noi siamo sempre aperti e pronti a dare una mano ai settori che ne hanno bisogno". Riferendosi a Fiat infatti: "pare che il principale produttore non sia interessato" agli incentivi.

 

Ma agli incentivi vanno associate garanzie per la salvaguardia dei posti di lavoro nelle aziende automobilistiche, sostiene il presidente del Senato Renato Schifani. Scendendo nello specifico: "Il patrimonio industriale e produttivo della Fiat di Termini Imerese deve essere salvato. Non dobbiamo e non possiamo disattendere questo impegno morale".

 

Sulla questione incentivi, l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, aveva già dichiarato a La Stampa: "Sono agnostico sugli incentivi: il governo faccia la sua scelta e noi la accetteremo senza drammi. Ma abbiamo bisogno di decisioni in tempi brevi e di uscire dall'incertezza, poi saremo in grado di gestire il mercato e la situazione qualunque essa sia".

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -