Inflazione, volano alimentari e carburanti

Inflazione, volano alimentari e carburanti

Inflazione, volano alimentari e carburanti

Nel mese di giugno l'inflazione ha registrato un aumento dello 0,1% rispetto a maggio e del 2,7% rispetto allo stesso mese del 2010. E' quanto ha reso noto l'Istat. L'aumento tendenziale è il più alto dal novembre 2008, quando l'inflazione si attestò proprio al 2,7%. La principale spinta all'inflazione arriva dai rialzi dei prezzi per i servizi relativi ai trasporti. Impatti significativi a livello congiunturale derivano anche dagli aumenti sui beni alimentari lavorati.

Anche a giugno il raggruppamento dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti) ha fatto registrare un aumento di prezzi superiore alla media. La crescita è stata del 3,5% su base annua, contro un tasso di inflazione al 2,7%. Così l'indice dei prezzi della lista dei beni che rientrano nella spesa quotidiana è rimasto stabile a confronto con maggio, al livello massimo dall'ottobre del 2008.

 

A giugno, l'Istat ha rilevato flessioni congiunturali dei prezzi di tutti i carburanti, anche se su base annua si sono registrate ancora crescite a doppia cifra sia per la verde che per il diesel. La benzina è lievitata dell'11,9% (+11% a maggio) su base annuale, mentre è calata del'1,1% su base mensile. Il prezzo del gasolio per i mezzi di trasporto è salito del 14,0% (15,1% a maggio) ed è, invece, calato del 2% sul piano congiunturale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -