Istat, cala il potere d'acquisto rispetto al 2009

Istat, cala il potere d'acquisto rispetto al 2009

Istat, cala il potere d'acquisto rispetto al 2009

ROMA - Il reddito disponibile lordo delle famiglie italiane è aumentato nel secondo trimestre 2010 dello 0,9% rispetto al trimestre precedente, e dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2009. E' quanto emerge da un'indagine condotta dall'Istat. Il potere d'acquisto (depurato quindi dell'inflazione) è cresciuto dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti, ma ha subito una flessione dello 0,7% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno.

La spesa delle famiglie italiane per consumi finali è lievitata nel secondo trimestre dello 0,6% rispetto a quello precedente, e del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2009. Nel periodo considerato è cala la propensione al risparmio con una diminuzione rispetto al secondo trimestre dello scorso anno dell'1,2%. La propensione al risparmio delle famiglie si è attestata al 12,7%, in aumento dello 0,3% rispetto al dato del primo trimestre 2010.

 

Gli investimenti delle famiglie sono aumentati del 2,7%, in misura superiore alla variazione positiva registrata dal reddito disponibile. In termini tendenziali, gli investimenti fissi lordi delle famiglie hanno registrato una crescita (+1,8%) più sostenuta di quella segnata dal reddito disponibile, determinando un aumento del tasso di investimento del settore dello 0,1% rispetto al corrispondente trimestre dell'anno precedente.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -