Istat, rallenta nel terzo trimestre l'economia italiana

Istat, rallenta nel terzo trimestre l'economia italiana

Istat, rallenta nel terzo trimestre l'economia italiana

ROMA - Rallenta la crescita dell'economia italiana nel terzo trimestre. L'Istat ha reso noto che nel periodo luglio-settembre il prodotto interno lordo ha segnato un aumento dello 0,2% su base trimestrale, dimezzato rispetto al +0,5% di aprile-giugno (l'aumento più consistente dal 2006, prima della crisi economica). ). Nel confronto con il terzo trimestre dell'anno scorso, invece, la crescita è stata dell'1%, mentre nel secondo trimestre è stata dell'1,3% (record dal 2007).

 

Migliora la crescita annuale che si avrebbe con una variazione congiunturale nulla a ottobre-dicembre: nel 2010 è pari a +1%. La stima precedente dell'Istat, collegata al trend dell'economia dopo il secondo trimestre, indicava +0,9%. Nel frattempo frena il Pil in Europa: , il Prodotto interno lordo è cresciuto di appena lo 0,4% nei 16 Paesi dell'eurozona e nell'Ue a 27, rispetto al +1% registrato nel secondo trimestre in entrambe le aree.

 

Rispetto al terzo trimestre del 2009, il Pil è comunque cresciuto dell'1,9% nell'area euro e del 2,1% nei 27 Paesi dell'Unione Europea. Tra i Paesi membri dell'Ue, nel periodo luglio-settembre, la crescita più consistente è stata registrata in Finlandia, con +1,3%, nella Repubblica Ceca (+1,1%) e in Austria e Slovacchia, con entrambe a +0,9%. I dati più negativi riguardano invece la Grecia, con un -1,1%, la Romania (-0,7%) e l'Olanda (-0,1%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -