L'allarme dell'Antitrust: ''Liberalizzazioni ferme. A rischio vitalità sistema''

L'allarme dell'Antitrust: ''Liberalizzazioni ferme. A rischio vitalità sistema''

L'allarme dell'Antitrust: ''Liberalizzazioni ferme. A rischio vitalità sistema''

ROMA - "Il processo riformatore si è arrestato"e di conseguenza "è a rischio la vitalità, già compromessa, del sistema economico". E' l'allarme lanciato dal presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, nel corso della relazione annuale. L'Autorità, ha sottolineato Catricalà, "ha dovuto denunciare pericolosi tentativi di chiusura dei mercati dettati dagli interessi particolari in settori come le farmacie, le assicurazioni, alcune professioni, i trasporti".

 

Inoltre, "il primo disegno di legge sulla concorrenza non ha mai visto la luce". Il "grave" ritardo, ha insistito il presidente dell'Antitrust, "rallenta il processo di ammodernamento del Paese" e "fa perdere fiducia agli imprenditori che vogliono sfidare i monopolisti e agli stessi controllori. Deve essere recuperato il tempo perduto".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il Garante, i settori sui quali è prioritario "introdurre assetti di mercato realmente competitivi che possano agevolare la ripresa della crescita" sono quelli delle ferrovie, gestioni autostradali e aeroportuali, governante bancaria e assicurativa. Altro settore sotto analisi è quello dei mutui: l'Antitrust sta indagando su istituti bancari "sospettati di subordinare nei fatti la concessione dei mutui alla sottoscrizione di polizze vita particolarmente costose".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -