L'effetto Libia sui carburanti, nuovi rincari

L'effetto Libia sui carburanti, nuovi rincari

L'effetto Libia sui carburanti, nuovi rincari

Il listino dei carburanti risente dell'effetto della crisi in Libia. Eni ha ritoccato i prezzi della verde e del gasolio, passati rispettivamente a 1,536 e 1,426 euro. In otto giorni la crescita è stata di 4 centesimi. Anche Esso e Q8 hanno rivisto i loro prezzi verso l'alto di un centesimo. Nel dettaglio, la media dei prezzi praticati della benzina (in modalità servito) va dall'1,521 euro/litro degli impianti e Tamoil all'1,536 dei punti vendita Eni (no-logo a 1,445 euro/litro).

 

Per il diesel si passa dall'1,410 euro/litro delle stazioni di servizio Tamoil all'1,426 rilevato negli impianti Eni (le no-logo a 1,355). Sul caro carburanti pesa l'incertezza sugli approvvigionamenti delle raffinerie che ha scatenato una raffica di aumenti dei prezzi dei prodotti raffinati in Mediterraneo: la benzina ha raggiunto i 975,50 dollari la tonnellata (+11,50), il diesel i 963,25 (poco meno di 20 dollari in più).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -