L'Ocse lancia l'allarme, in Italia la disoccupazione peggiorerà

L'Ocse lancia l'allarme, in Italia la disoccupazione peggiorerà

L'Ocse lancia l'allarme, in Italia la disoccupazione peggiorerà

ROMA - Allarme disoccupazione in Italia. Secondo l'Ocse - nell''Employment Outlook 2009' pubblicato mercoledì, nel secondo trimestre il tasso di disoccupazione italiano è significativamente cresciuto rispetto al 7,4% del marzo 2009. Tuttavia le condizioni del mercato del lavoro in Italia peggioreranno nel corso dell'anno nonostante il rallentamento della fase di recessione.

 

"Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 7,4% nel marzo 2009, con un incremento di 0,8 punti percentuali rispetto a un anno prima - scrive l'Ocse -. Stime preliminari suggeriscono un ulteriore significativo incremento nel secondo trimestre".

 

"Tuttavia il tasso di disoccupazione sarebbe stato più alto se un gran numero di lavoratori non avesse rinunciato a cercare attivamente lavoro (il tasso di attività, infatti, è sceso di 0,4 punti percentuali in un anno, in particolare nel sud del paese)", continua.

 

Secondo l'organizzazione di Parigi nell'area Ocse il rallentamento legato alla crisi economica costera' ai paesi industrializzati 25 milioni di posti di lavoro entro la fine del prossimo anno, portando il totale dei disoccupati a 57 milioni di unita'.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -