La Bce alza i tassi all'1,25%

La Bce alza i tassi all'1,25%

La Bce alza i tassi all'1,25%

ROMA - Il consiglio direttivo della Banca centrale europea ha rialzato di un quarto di punto il tasso di rifinanziamento pronti contro termine, portandolo all'1,25%. Non accadeva dal luglio 2008 che l'Eurotower non ritoccava all'insù il costo del denaro. Nel maggio del 2009 la Bce aveva abbassato i tassi dello 0,25%, portandolo al minimo storico dell'1%. Rialzati, rispettivamente allo 0,50% e al 2% anche il tasso sui depositi e quello marginale dallo 0,25% e dall'1,75%.

La decisione della Bce di alzare i tassi riflette le "attuali condizioni molto accomodanti" della politica monetaria, ha commentato il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet, spiegando che vi sono "rischi al rialzo per la stabilità dei prezzi". La Bce dovrà "monitorare molto attentamente" tutti gli sviluppi della situazione economica a partire dall'inflazione, ha aggiunto Jean-Claude Trichet.

 

Il leader dell'Eurotower ha evocato il rischio di "ulteriori rialzi" dei prezzi energetici, smentendo tuttavia che siano già in programma nuovi ritocchi: "non abbiamo deciso che era il primo aumento di una serie di aumenti. Nel futuro prenderemo le decisioni che servono. Non ci impegniamo in anticipo"."La crescita economica nei paesi emergenti a livello mondiale può spingere ad un aumento dei prezzi delle materie prime", ha aggiunto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -