La Bce taglia i tassi dello 0,75%: "Il taglio più grande di sempre"

La Bce taglia i tassi dello 0,75%: "Il taglio più grande di sempre"

La Bce taglia i tassi dello 0,75%: "Il taglio più grande di sempre"

La Banca centrale europea ha deciso di tagliare di 0,75 punti i tassi di interesse portandoli al 2,50%. Lo rende noto lo stesso Istituto di Francoforte. Il tasso marginale scende di 0,75 punti al 3% e quello sui depositi al 2%. Una misura attesa dagli operatori economici e che ha l'obiettivo di tentare di rianimare i mercati, fiaccati da una crisi finanziaria sempre più pesante. Si tratta del taglio dei tassi più consistente di sempre, una cosa mai fatta da una banca centrale.

 

Diminuisce l'inflazione.  L'inflazione della zona euro sara' compresa tra ''il 3,2-3,4% nel 2008, tra l'1,1-1,7% nel 2009, tornera' a salire nel 2010 e dovrebbe assestarsi tra l'1,5 e il 2,1%''. Così ha detto Il presidente della Bce Jean-Claude Trichet in conferenza stampa a Bruxelles parlando delle previsioni di dicembre dell'Eurotower. ''Le previsioni per il 2008 e il 2009 sono state sensibilmente riviste al ribasso''.

 

Le lamentele dei consumatori. ''E' insufficiente e tardivo'' il taglio dei tassi operato dalla Bce ''dopo averci trascinato in questa situazione, Trichet dovrebbe dimettersi''. Lo afferma in una nota il presidente dell'Adoc, Carlo Pileri, secondo cui ''l'Europa continua ad adottare una politica economica timorosa, nonostante il temuto pericolo inflazione sia ad oggi ridimensionato, mantenendo i tassi elevati rispetto alle altre principali economie del mondo. La Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi dell'1%, portandoli al 2%, come la Svezia, che ha operato un taglio dell'1,75%, il tasso operato dalla Fed e' all'1%, il Giappone ce l'ha allo 0,20%''.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Taglio dei mutui a tasso fisso?  Il taglio dei tassi deciso dalla Bce ''dovrebbe determinare un abbassamento medio di 400 euro all'anno per chi ha un mutuo a tasso variabile, questo almeno se i tassi interbancari scenderanno della stessa misura come logica vorrebbe''. Lo afferma in una nota il Codacons aggiungendo che ''dopo questo abbassamento, e dopo i provvedimenti presi dal Governo attraverso il decreto anticrisi, ora la priorita' e' rappresentata dai mutui a tasso fisso, per i quali molte famiglie stanno pagando tassi superiori al 6%''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -