La Bce: ''Accelerare risanamento conti''

La Bce: ''Accelerare risanamento conti''

Il presidente della Bce Trichet

La Bce "condivide appieno il punto di vista dei ministri finanziari dell'Eurozona riguardo alla priorità di arrestare e invertire l'incremento del rapporto debito-pil e accoglie con soddisfazione l'impegno di intraprendere un'azione immediata a tal fine". E' quanto scrive nel bollettino mensile di giugno. La Banca Centrale Europea invita ancora i governi a procedere nelle riforme strutturali per garantire una ripresa della crescita e dell'occupazione.

 

La Bce avverte inoltre che "i paesi che presentano problemi di competitività nonchè squilibri interni devono intervenire con urgenza". A tal fine, l'Eurotower ha osservato che  le contrattazioni salariali dovrebbero consentire un opportuno aggiustamento dei salari alle condizioni di competitività e di disoccupazione. Altrettanto essenziali sono le misure tese a incrementare la flessibilità dei prezzi e la competitività non di prezzo.

 

La Bce ha stimato per il prossimo futuro di Eurolandia "un ritmo di crescita moderato nell'area dell'euro, a fronte di perduranti tensioni in alcuni segmenti dei mercati finanziari e di un livello insolitamente elevato di incertezza". Tra i fattori che potrebbero frenare la ripresa ci sono "il processo di aggiustamento dei bilanci in corso in diversi settori» e «le prospettive di debolezza del mercato del lavoro".

 

Ad aprile il tasso dei senza lavoro ad aprile nell'Eurozona ha toccato il 10,1% al livello più elevato dal 1998. "In prospettiva le aspettative per l'occupazione sono migliorate dai loro minimi, ma suggeriscono tuttora ulteriori, seppur relativamente moderati aumenti della disoccupazione nell'area dell'euro nei mesi a venire", ha scritto ancora la Bce.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -