"La pressione fiscale in Italia ha raggiunto il 50%"

"La pressione fiscale in Italia ha raggiunto il 50%"

"La pressione fiscale in Italia ha raggiunto il 50%"

E' salita ormai al 50% la pressione fiscale in Italia. A rivelarlo è uno studio condotto dalla Cgia di Mestre. Gli esperti sottolineano che il dato ''supera di circa 8 punti percentuali quella ufficiale (nel 2006 era del 42,1%) che annualmente viene dichiarato dall'Istat". Tuttavia la Cgia precisa che non si tratta di un errore di valutazione dell'Istat, bensì del calcolo dell'economia sommersa, che Italia raggiunge la spaventosa cifra di circa 250 miliardi di euro.

 

"In buona sostanza - rileva la Cgia di mestre - il nostro Pil nazionale (che nel 2006 è stato pari a 1.479.981 milioni di euro) include anche la cifra imputabile all'economia sommersa stimata annualmente dall'Istat''.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel ricordare che la pressione fiscale è data dal rapporto tra le entrate fiscali e il Pil prodotto in un anno, nel 2006, rileva la Cgia, ''la pressione ha toccato il 42,1%. La Cgia di Mestre, però, ha voluto 'stornare' dalla ricchezza prodotta la quota addebitabile al sommerso economico calcolando la pressione fiscale sul Pil reale. Facendo questa operazione 'verità', di fatto il pil diminuisce (quindi diminuisce anche il denominatore) e, pertanto, aumenta il risultato del rapporto. Ovvero la pressione fiscale''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -